Poste Italiane

Poste Italiane non offre un vero e proprio conto deposito ma una serie di prodotti di risparmio del tutto simili, come i libretti di risparmi ed i buono fruttiferi postali. Si tratta di strumenti differenti, per i quali è necessario scegliere quello più adatto alle proprie esigenze, soprattutto in vista di un investimento sul breve e medio termine o sul lungo periodo.

Libretto di risparmio di Poste Italiane

I libretti di risparmio postale sono emessi dalla Cassa Depositi e prestiti e garantiti dallo Stato Italiano, e vengono distribuiti appunto da Poste Italiane presso tutti gli uffici postali abilitati. Si tratta di libretti cartacei con i quali è possibile avere a disposizione alcune funzioni del conto corrente ma a prezzi decisamente più vantaggiosi, ideali per chi non effettua molte operazioni durante l’anno.

Non ci sono spese di apertura né commissioni di gestione o di versamento e prelievo, a parte ovviamente l’imposta di bollo e la ritenuta fiscale sugli interessi maturati. Con il libretto di risparmio postale è possibile accreditare la pensione, effettuare versamenti e prelievi in tutti gli uffici postali, avere una carta libretto di debito e sottoscrivere anche dei buoni dematerializzati collegati al libretto. Inoltre viene riconosciuto un tasso nominale dello 0,01%, mettendo al sicuro i propri risparmi senza pagare costi fissi o commissioni.

Deposito titoli Poste Italiane

Poste Italiane offre sul mercato un prodotto interessante al posto del conto deposito, il deposito titoli, con il quale è possibile investire i propri risparmi e garantirsi una piccola rendita. Per aprire un deposito titoli con Poste Italiane è necessario essere titolari di un conto BancoPosta o di un libretto di risparmio postale nominativo, ed effettuare un investimento minimo di 10€.

Si possono sottoscrivere operazioni sul mercato primario, come titoli di Stato italiani, obbligazioni, azioni, fondi immobiliari e certificates o sul mercato secondario aggiungendo ETF, ABS e covered warrant. Con il deposito titoli di Poste è possibile avere sotto controllo in ogni momento i propri investimenti, con una vera e propria lista movimenti, saldo ed estratto conto. Inoltre Poste Italiane provvede a svolgere per vostro conto tutte le operazioni come la riscossione degli interessi, il pagamento degli oneri di natura fiscale e l’accredito dei dividendi.

Buoni fruttiferi Poste Italiane

Un’altra forma alternativa ai conti deposito sono i buoni fruttiferi postali, un investimento a lungo termine ideale per maturare un interesse crescente nel tempo, intestabili anche a minorenni e bambini. Non sono previsti costi di apertura o di gestione ma solamente il pagamento degli oneri di natura fiscale, come l’imposta di bollo e la ritenuta fiscale sugli interessi corrisposti. È possibile effettuare versamenti di 50€ o di suoi multipli e ritirare le somme vincolate in qualsiasi momento in caso di necessità. Il rendimento è progressivo nel tempo, con un tasso nominale che va dallo 0,01% fino allo 0,60% dopo 20 anni, mentre il tasso effettivo parte dallo 0,01% ed arriva ad un massimo dello 0,32%.

Concludendo, Poste Italiane non offre dei veri e propri conti deposito ma degli strumenti di risparmio ed investimento simili, come i libretti di risparmio postali ed i buoni fruttiferi postali. Si tratta di due cose differenti, una adatta a chi vuole risparmiare sul conto corrente bancario a scapito di minori funzionalità, l’altra adatta a chi vuole vincolare i propri risparmi per un investimento a lungo termine con rendimento crescente. In entrambi i casi si tratta di investimenti sicuri e garantiti dallo Stato tramite la Cassa depositi e Prestiti, con costi nulli o molto bassi di gestione ed il pagamento di rendimenti minimi.